Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente

Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Edilizia Privata e Urbanistica

Il Piano Urbanistico Comunale, di seguito anche denominato PUC, è lo strumento urbanistico generale che delinea le scelte e i contenuti strutturali e strategici di assetto e di sviluppo del territorio comunale, con riferimento in particolare alla tutela ambientale e alle trasformazioni edilizie e urbanistiche e nel rispetto del principio di sostenibilità, assicurando il perseguimento, tra l’altro, dei seguenti obbiettivi:

  • creazione e miglioramento degli spazi adatti allo sviluppo della vita pubblica e privata della società urbana;
  • promozione dell’uso razionale e dello sviluppo ordinato del territorio urbano ed extraurbano mediante il minimo consumo di suolo compatibile con le esigenze della collettività;
  • salvaguardia della sicurezza degli insediamenti umani dai fattori di rischio idrogeologico e sismico;
  • tutela dell’integrità fisica e dell’identità culturale del territorio attraverso la valorizzazione delle risorse paesistico-ambientali e storico-culturali, la conservazione degli ecosistemi, la riqualificazione dei tessuti insediativi esistenti ed il recupero dei siti compromessi;
  • miglioramento della salubrità e della vivibilità dei centri abitati; potenziamento dello sviluppo economico locale;
  • tutela e sviluppo del paesaggio agricolo e delle attività produttive connesse;
  • tutela e valorizzazione delle risorse idrografiche e delle reti ecologiche;
  • attuazione degli indirizzi e dei criteri stabiliti dal Piano Territoriale Regionale e dalle Linee Guida per il Paesaggio in Campania;
  • attuazione dei principi della Convenzione europea del paesaggio ratificata con legge gennaio 2006, n.14

folder P.U.C. 2018

folder Proposta di nuovo piano urbanistico comunale  (Archivio - 2014)

Allegati:
Scarica questo file (riadozione puc23032018.pdf)riadozione puc23032018.pdf[ ]1612 kB

Accordo territoriale per il comune di Qualiano in attuazione della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e del decreto 16 gennaio 2017 del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Il territorio comunale, ai fini della determinazione del valore dei canoni di locazione per i contratti stipulati ai sensi delle norme richiamate in epigrafe, è ripartito in cinque aree omogenee. Le strade di maggior interesse commerciale, ricomprese nelle cinque aree omogenee, sono state individuate e descritte nell’allegato A) del presente Accordo Territoriale.

Art.3) I valori di riferimento (minimo e massimo) dei canoni di locazione per le aree omogenee come individuate nell’allegato A), in cui è diviso il territorio amministrativo del Comune di QUALIANO, sono definiti nelle misure riportate nell'allegato B) ed espressi in €/mq. annui.

Art.4) Per la determinazione del del canone di locazione sono definite quattro fasce di oscillazione dei canoni, costituite dalla differenza tra il valore massimo ed il valore minimo di ogni area omogenea di appartenenza, e sono fissati gli elementi oggettivi caratterizzanti ogni singola fascia, come indicati nell'allegato C) parte prima. Le parti contrattuali, individuata, - in base ai dati catastali del fabbricato (foglio catastale), - l'area urbana omogenea in cui è ubicato l'immobile oggetto del rapporto locativo e, in base agli elementi di caratterizzazione, la fascia di oscillazione in cui questo si colloca, concorderanno il canone, tra il valore minimo ed il valore massimo attribuiti alla fascia di competenza, e dalla superficie utile calcolata secondo i criteri indicati nell'allegato C) parte seconda. Tutti gli eventuali incrementi e/o diminuzioni percentuali previsti per determinare il valore al mq. si sommano tra di loro per determinare la percentuale di aumento del valore al mq.

(leggi tutto   pdf Accordo Canoni di locazione (256 KB)  )

Regolamento sanzioni amministrative pecunarie agli autori degli abusi edilizi: il regolamento in oggetto stabilisce parametri oggettivi e univoci per la determinazione della sanzione amministrativa pecuniaria per l'inottemperanza all'ingiunzione a demolire opere abusive.