Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente

Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

NOTA STAMPA

QUALIANO, SI EVITA IL COMMISSARIAMENTO: CHIUSA LA TRANSAZIONE COL CANILE PER 650MILA EURO

L’Ente evita il commissariamento e riduce di circa il cinquanta per cento il debito accumulato negli anni. Il sindaco De Luca: “stiamo facendo l’impossibile per tenere i conti a posto”

406mila euro subito e la restante parte in ratei di diecimila euro al mese sino ad estinguere il debito di 650mila euro inclusi gli interessi. E’ il brillante risultato ottenuto dall’Amministrazione comunale nella chiusura della transazione economica col canile, che vantava un credito di circa unmilioneduecentomila euro. Una battaglia legale lunga anni, per vedere riconosciuti 838.087,34 euro, per aver custodito gli animali randagi presenti sul territorio comunale. Richieste in un certo senso “ignorate” tant’è che sono stati emessi anche tre decreti ingiuntivi, che non sono stati impugnati dall’Amministrazione precedente e quindi sono divenuti esecutivi facendo lievitare a circa un milione e duecentomila euro la richiesta del canile.

Amministrare senza pagare nessuno è semplice, ma non è la nostra politica. Stiamo aprendo i cassetti e quello che troviamo sono solo debiti su debiti, che rischiano di mandare in dissesto il Comune, ma sono fiducioso, ce la faremo a riportare Qualiano alla normalità. Anche se arrivano tegole su tegole, pagheremo tutto il dovuto”, commenta il sindaco Ludovico De Luca.

Proprio il fatto che l’Amministrazione precedente, non abbia impugnato i decreti ingiuntivi, dà facoltà al creditore, quindi al canile in questo caso, di chiedere la nomina di un  commissario ad acta, il quale si insedia al Comune, si sostituisce al Sindaco e preleva l’importo dovuto, in questo caso 650mila euro, direttamente dalle casse dell’Ente, in un solo colpo. E’ quello che è accaduto, qualche giorno fa per il  1.330mila euro, più interessi, per la questione dell’esproprio dei campi da tennis, anche questi mai pagati.

Un’operazione che ci costa cara, ma non possiamo correre il rischio di avere altri commissariamenti.- sottolinea con amarezza il sindaco De Luca- Essere riusciti a ridurre il debito di circa la metà ci rende consapevoli, che possiamo sanare questo Ente e pagare i creditori che, per anni hanno avuto solo promesse”.

Intanto, visti i costi della lotta al randagismo, oggi il Comune adotta la politica dell’adozione dei quattro zampe al momento accolti nei canili. E’ possibile andare sul sito del Comune e  clikkare l’apposita sezione “adotta un cane”, per vedere la foto del cane e le sue caratteristiche. Tutti gli animali sono microcippati e vaccinati e  possono essere accolti senza difficoltà nei nuclei familiari.

randagi.jpg

Pin It